Alex, pentirsi troppo tardi (pt 1, SE 1)

Condividi su:

Alex Standall at Liberty High School, 13 Reasons Why, Netflix13 Reasons Why – Alex Standall (1)


Ogni anno c’è chi è destinato a cambiare la propria vita per problemi lavorativi o di famiglia. Se sei uno studente, sei vincolato alla vita che fanno i tuoi, come nel caso di Alex Standall. Il ragazzo, figlio di un poliziotto, è una delle nuove leve alla Liberty High School. Non è mai facile ambientarsi, ma in fretta Alex conosce Hannah e Jessica che, come lui, sono nuove in quella scuola.

Si crea così un’amicizia profonda, un legame condito nel post-scuola da Monet con ritornelli a mo’ di Life’s a bitch. Il suo fascino punk rock, però, ben presto lo avvicina al gruppo dei più rinomati del secondo anno; Alex dunque inizia a separarsi dal trio, per poi ricongiungersi con Jessica, con la quale inizia una relazione. I due cercano di evitare Hannah onde risparmiarle dispiaceri, ma a scuola è quasi impossibile. Quando i due si lasciano, Alex fa credere a Jessica di essere andato a letto con Hannah, in modo che la prima si arrabbi con lui. Il ragazzo era innamorato di lei, e non credeva che avrebbe rifiutato le sue avances. Anzi, il loro rapporto procedeva a gonfie vele.

Oltre a ciò, motivo in più per far incazzare Hannah è una lista ad opera proprio di Alex. Freccia pronta ad essere scoccata, ecco che inizia a girare una classifica delle ragazze della scuola, che vede proprio la ragazza come sedere migliore. Non gli bastava averle fatto un torto?Alex Standall mad at world

Sono questi i motivi per i quali un ragazzo in fondo buono e di piacevole compagnia si ritrova protagonista di una delle 13 cassette di Hannah Baker – suicida.
Dopo la sua morte, Alex entra definitivamente nel giro di Justin, Marcus e Bryce, il che non è di certo positivo. Il ragazzo è comunque instabile, ha perso Hannah e Jessica e inizia a non reggere la pressione; vorrebbe che tutto questo non fosse mai successo. Ma d’altronde, è anche colpa sua.

Alex è l’unico – fra tutti i protagonisti delle cassette – ad affrontare la realtà per quella che è. Un presente modellato sulle menzogne non è un ambiente piacevole. Alex ci sta male, forse è tra quelli che sta peggio, ma va avanti. Quando è il momento di essere interrogato, ecco la spiacevole notizia: Alex si è sparato in testa ed è in condizioni critiche.

Questo è ciò che dicono, ma ci sono almeno altre due opzioni. Potrebbe essere anche stato Tyler a provare il colpo grosso. Vi ricordate una delle ultime scene? Tyler appende le foto di tutti i protagonisti delle cassette e toglie quella di Alex.
Anche suo padre, però, gli aveva detto che c’era un modo per evitare la confessione…

Piaciuto questo articolo?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

3 commenti

  1. Personalmente adoro Alex, e credo che la sua colpa non sia nemmeno esageratamente grande! Hannah, come in altre occasioni, l’ha ingigantita troppo, e ha reso quell’anima buona un’ipocrita…
    È un personaggio così ben costruito, e inoltre è l’unico – tralasciando Clay, che ha ancor meno nessuna colpa e che a mio parere non doveva proprio essere menzionato nelle cassette – che si è davvero pentito di ciò che ha fatto e che, talmente distrutto dal senso di colpa, è arrivato lui stesso a tentare il suicidio😭. Le mie speranze si basano tutte sul fatto che lui DEVE morire, dà più carattere alla storia e…lo trovo fantastico😍

     
    • Innanzitutto grazie per il tuo commento.
      Sulla questione Alex, che dire… sicuramente ha sbagliato lasciando il trio che aveva formato con Hannah e Jessica, approfondendo poi il rapporto con quest’ultima. Parliamo quindi di un punto a suo sfavore. Come hai ben detto tu, però, Alex e Clay sono gli unici a tentare di arrivare al dunque e a stare male per quello che è successo. Alex inoltre non è in una situazione facile, poiché da una parte si sente travolto dal tornado Hannah, mentre dall’altra è attirato da una bella compagnia come quella di Dustin e Bryce. Da vedere tutto nella seconda stagione.
      Ti sei ricordata di votare l’articolo, vero? 😉

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *