Alfred, consapevolezza dell’essere (pt 2, SE 2)

Alfred Miles, Paper Boi, Altanta FX

Atlanta – Alfred Miles (2)


Alfred, consapevolezza dell’essere (pt 2, SE 2)

A parte qualche problema con il daily drug dealer, la season 2 di Alfred parte anche discretamente bene. Ah, c’è anche dell’attrito con Darius, con il quale però continua a convivere ma senza proferire parola. Alfred come lo conosciamo noi è un ragazzo che tiene a ciò che gli si dice; non è proprio una roccia, anzi. Fortunatamente per lui, c’è un’altra faccia della medaglia. Quella che non scalfisci, quella dura e tosta cazzo: Paper Boi is ruling the streets. 

Sì, Alfred emerge come Paper Boi, anche se gli manca un po’ di personalità per seguire le orme del Clark County di turno. Raggiunge comunque un disco d’oro, e vabbè, buttatelo via. Ad accompagnare il successo, cresce anche la sua audience nei social media.

Più in generale, questa stagione lato Alfred fa proprio schifo. Non perché non succeda niente, ma perché il ragazzo è in un uragano di merda ed eventi sfortunati che lo spazientiscono. Prendiamo l’esempio del barbiere: Paper Boi doveva solamente farsi un taglio di capelli per uno shooting! Che poi, qualunque taglio sarebbe andato bene. È pur sempre una star emergente: se non ha un taglio trendy, quel taglio lo diventa.

Alfred with Sierra, Altanta FX season 2

Come se questo non fosse stato abbastanza, ecco l’impensabile. Darius lo diceva, Al è “allergico” alle amiche, alle ragazze in generale: si rivela tale durante un’uscita con Sierra. La cosa era partita bene, anzi sorprendentemente bene, ma è finita malissimo. Come si permette, lei, di proporre ad Al di formare una coppia per convenienza? Una relazione tra loro farebbe scalpore? Forse, ma dai; questo è forse peggio che vendersi. Successivamente, proprio Paper Boi viene assaltato da una mini gang di adolescenti. E la sua reputazione da cazzuto rapper pericoloso dov’è? 

Tutto ciò, però, è servito a fargli prendere consapevolezza. Consapevolezza di essere qualcuno, e di doverlo dimostrare. Prima Paper Boi era quasi in contrasto con Alfred, dubbioso se questa fama gli appartenesse o no. Beh, la fama è sua, ora non resta che orientarla al personaggio che vuole essere. 

Al vuole essere Paper Boi, ed è disposto anche a liberarsi di Earn. Proprio il cugino che fin da piccolo ha sempre difeso e aiutato. Sta migliorando, lo riconosce lui e lo riconosce pure Darius, soltanto non è sulla stessa lunghezza d’onda di Paper Boi, che rimane dubbioso. Noi te lo diciamo, Al: goditi la tournee con Clark County, ma non privarti di Earnest Marks. 

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento