Jesse Pinkman, destino segnato (pt 5, SE 5)

Jesse Pinkman, Breaking Bad

Breaking Bad – Jesse Pinkman (5)


In che situazione ci ha lasciati il finale esplosivo della scorsa season? Insieme a Mike, Jesse e Walt riescono a recuperare il pc di Gus dalle prove della polizia. A questo si aggiunge la sigaretta “gusto” ricina. Eh sì, circola ancora. L’ennesimo inganno di WW raggira il povero ragazzo, che finisce addirittura per scusarsi. Amici come prima insomma, o meglio, manipolato come prima.

Cartello smantellato, Walt vuole tornare a ballare e Jesse è il primo ad affiancarlo. Successivamente, lascia Andrea: ha occhi solo per il suo mentore. Non sa però, che è l’inizio della fine. La DEA continua a pressare, piazzando cimici dappertutto. Entra in gioco anche Todd, che li aiuta nelle coperture. E ora l’episodio chiave. Durante l’assalto ad un treno cisterna, un bambino rimane ucciso. Il colpo di per sé va bene, ma Todd non ha voluto lasciare testimoni.

Perché, vi starete chiedendo? Il piano di Jesse era volto a non far morire innocenti; ne hanno già troppi sulla coscienza. Non è il solito ragazzo avventato, ora pensa prima di agire e soprattutto non solo per sé. Segno di maturità acquisita? Ne abbiamo la conferma appena dopo: insieme a Mike, lascia Walt e anche 5 milioni che gli spetterebbero. Il professore aveva un piano, che comprendeva anche Pinkman, tuttavia non è bastato. Non è questione di denaro.

Dopo qualche tempo, i soldi gli giungono comunque. Il vecchio infatti ha continuato a lavorare con Todd, facendone a palate. Jesse sa che sono ricavati dal sangue, non li vuole e non può farli arrivare alle famiglie delle vittime. Nemmeno alla nipote di Mike, eliminato nel frattempo da Heisenberg.

Jesse, Hank, Breaking Bad last season (season 5)

Jesse è psicologicamente debole e provato. Viene preso da Hank che vuole usarlo per ingabbiare Walt. Inizialmente in disaccordo, ecco la scintilla che avvia un incendio. Intuisce l’inganno della ricina e, quando Saul lo conferma, perde il senno e le staffe. È Jesse VS Walt. Convinto da Hank, registra una video-confessione, ma non basta. Serve una prova che confermi tutto, e l’occasione è l’incontro che il professore propone a Pinkman. La paranoia fa da padrona e l’idea non ha buona fine: c’è un piano migliore da attuare.

Alla resa dei conti, il tutto sfocia in una sparatoria dove Jesse viene preso da Todd per farlo cucinare con lui. La metanfetamina è ottima, ma non può scappare; a farne le spese è Andrea. È in tutto e per tutto un prigioniero, ridotto in schiavitù da Todd. Arriva Walt, con le peggiori intenzioni e una M60 nel baule, che fa piazza pulita compreso se stesso. Implora Jesse di finirlo, non ha capito però che il ragazzo ha smesso di essere manipolato. Lo lascia lì, trovando solo alla fine il coraggio di abbandonarlo definitivamente.

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento