Light, lo studente che divenne Dio (SE 1)

Condividi su:

Light Yagami, Death NoteDeath Note – Light Yagami (1)


Sappiamo tutti che tipo di ragazzo vorrebbe ogni genitore: studente perfetto, gentile, abile negli sport e magari anche belloccio; perché si sa, un pizzico di vanità non guasta mai. Taiko “Light” Yagami è tutto questo e molto di più. Già, perché il suo nome è il segno del suo stesso destino, il Dio della Notte o Luna della Notte a seconda dell’interpretazione. Questa la divinità in cui si trasformerà dopo essere entrato in contatto con il Death Note, strumento ancestrale degli Shinigami, gli Dei della morte giapponesi. Questo quaderno permette di uccidere chiunque semplicemente conoscendone il volto e trascrivendone il nome.

Ma il Death Note, purtroppo, porta con sé degli effetti collaterali o, per meglio dire, uno grosso: chiunque vi entri in contatto vede il suo possessore, in questo caso il demone Ryuk, che aggiunge una nota di humour, imprevedibilità e vagonate di mele all’intero anime.

Una persona normale avrebbe pensato di usare il quaderno per scopi personali; come già abbiamo detto, però, Light è un ragazzo modello, pertanto inizia la sua controversa crociata personale contro il crimine. Tutto sotto l’alter ego di Kira – killer.
Sotto quest’insegna farà strage di ogni accusato o carcerato di cui possa mettere firma, diventando giudice, giuria e boia. Tutto ciò dando vita ad un regno del terrore dove, paradossalmente, la gente si sente più al sicuro.

Light sembrerebbe invincibile. Sulle sue tracce, però, si mette subito l’Interpol, suo padre (stimato membro della polizia giapponese) ed il misterioso detective Elle. Proprio con quest’ultimo nasce un duello senza esclusioni di colpi; non del genere scazzottata fra liceali, più una partita di scacchi. L’obiettivo non è solo battere la nemesi, bensì umiliarla. Light Yagami fights Elle (L), Death Note

Elle e Light sono due facce della stessa medaglia. Stessa intelligenza fuori dal comune, stessa freddezza calcolatrice, stessa testardaggine nel voler vincere a tutti i costi ogni battaglia – persino i match tennistici. Il secondo, però, nonostante le sue doti innate, non poteva prevedere una cosa: il Death Note ti corrode l’anima. Ti toglie ogni affetto ed emozione, e ti condanna ad un esistenza tormentata.

Quello di Light, però, non è il solo Death Note al mondo; incontra infatti una ragazza, Misa Amane, nella sua stessa condizione. Lei cercava il volto sotto lo pseudonimo di Kira e l’ha trovato. Poi lui, con astuzia, cerca di sfruttarla per l’unica cosa, anzi persona, che si frappone alla realizzazione della sua visione: Elle.

Riuscirà Light a divenire il Dio del Nuovo Mondo senza crimini o deciderà di accogliere il senso di giustizia, come largamente inteso, facendo vincere il famoso investigatore?
Beh, la risposta dovreste già saperla.

Articolo partorito da Flavio.

Perché non lasci il tuo voto?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *