Jon Snow, un incarico importante (pt 2, SE 2)

Condividi su:

Jon Snow, Game Of Thrones (Il Trono di Spade)Game Of Thrones – Jon Snow (2)


Jon Snow rimane, il freddo alla Barriera pure. Ora bisogna ottenere informazioni sui Bruti e Crates può essere l’uomo giusto. Per raggiungerlo, il Lord Comandante organizza una spedizione oltre la Barriera. Tra i Guardiani della Notte anche Jon. La casa di quest’uomo è strana tanto quanto lui, che ha un sacco di mogli e figli esclusivamente di sesso femminile. Il ragazzo, incuriosito, segue Crates nel bosco, con un figlio maschio. Al ritorno, il bambino non c’è più. Scopre che quell’uomo dona i suoi figli agli Estranei, ma forse era meglio farsi gli affari propri. Scoperto, i Guardiani della Notte vengono cacciati.

Più a Nord, incontrato Qhorin il Monco, giungono notizie pessime. Mence Rayder, ex ranger e attuale re dei Bruti, sta unendo le forze di tutti i clan. Come contrastare un potenziale esercito di tale portata? Qhorin vorrebbe infiltrarsi nel loro campo e uccidere Mence, ma le chance toccano terra. Jon Snow insiste e si unisce al gruppo per svolgere quest’impresa.

Durante il viaggio uccidono dei Bruti, dei quali sopravvive Ygritte. Il bastardo si offre di farla fuori, ma lei è furba e riesce a scappare; quando Jon la riacciuffa, il resto del gruppo è troppo lontano. Oltre la Barriera le temperature sono improponibili, così i due sono costretti a dormire vicini. Lei è una persona libera, non ci sono limiti alla decenza quando si parla di Bruti; il sesso è uno dei piaceri della vita, tra di loro non si fa voto di castità. Ygritte coglie proprio l’anello debole di Jon, il quale comunque resiste alle avances.

Jon Snow and Ygritte, Game Of Thrones season 2

Lei non perde il vizio e scappa di nuovo, conducendo il bastardo in un’imboscata. In inferiorità numerica netta, viene catturato dal gruppo del Lord delle Ossa e scopre che anche Qhorin lo è. L’errore base è stato rivelare a Ygritte di essere il figlio bastardo del re di Grande Inverno Eddard Stark. È una bella preda, per uno come Mence, quindi il Lord sopracitato gli salva la pelle – sebbene creda non valga nulla.

Jon non ci sta: non può essere una merce di scambio. Con Qhorin, si accorda per compiere la sua mansione e dunque infiltrarsi tra i Bruti. Ma come guadagnarsi la loro fiducia? Semplice, dimostrare di essere affidabile uccidendo il suo compagno. Dopo qualche ripensamento, la sua spada trafigge il petto di Qhorin. I Bruti iniziano a riconsiderare le loro opinioni.

Jon arriva al campo dei Bruti. È tempo di incontrare il Re.

Perché non lasci il tuo voto?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *