Jon Snow, legittimo erede al trono (pt 7, SE 7)

Jon Snow, Game Of Thrones (Il Trono di Spade)

Game of Thrones – Jon Snow (7)

Siamo ad Approdo del Re, ubicazione dell’incontro fra Daenerys, Jon Snow e Cercei, per decidere il futuro della guerra, dell’intero mondo. Il movente? Un non-morto incatenato, per dimostrare quanto sia preoccupante la situazione. L’ha capito Daenerys, lo capirà anche Cercei?

Ok, come siamo arrivati a questo punto? Rewind. Quattro sono le tappe del Re del Nord: Grande Inverno, Roccia del Drago, il Forte Orientale e la zona franca oltre la Barriera. Partiamo da casa Snow, sede della presa di coscienza di Jon: gli Estranei sono il vero nemico. Non può privarsi di alcun alleato, così restituisce le fortezze alle casate Umber e Karstark, in contrasto con Sansa. Poi – oramai sono un tutt’uno – i Bruti presiederanno il Forte Orientale. Bella mossa, Re. E insieme a questa notizia, c’è un corvo mandato da Samwell: Roccia del Drago è piena di vetro di drago. Un’occasione per incontrare Daenerys Targaryen, che ha richiesto la fedeltà di Jon proprio lì. Jon è fortunato, Tyrion garantisce per lui. Affidato il Nord a Sansa, si può procedere.

Jon incontra la Madre dei Draghi, ma nessuno conosce la vera identità di Snow, legittimo erede al Trono di Spade. Sua madre è Lyanna Stark, suo padre Rhaegar Targaryen, sposati a Dorne. Ah, addio Jon Snow: il suo vero nome è Aegon. Ma per noi rimarrà sempre lui – che non sa niente. Ecco perché Drogon, uno dei draghi, era così docile dinanzi al ragazzo. Ha riconosciuto il sangue Targaryen.

Jon Snow meets Daenerys Targaryen, GoT 7

A Roccia del Drago inizia la missione di Jon: recuperare un non-morto per convincere Cercei ad una tregua. Si uniranno a lui Ser Davos, Gendry il fabbro Baratheon e Jorah l’Andalo figlio del Lord Comandante Mormont. Passando dal Forte Orientale, recupera anche il Mastino, direzione oltre Barriera.

La neve causa problemi praticamente subito. L’assalto a un non-morto causa il richiamo del Night King e il gruppo vacilla. Jon invia Gendry a chiedere soccorso a Daenerys, la quale li raggiunge coi suoi draghi. Jon dimostra il solito coraggio restando ultimo in preda all’attacco, ma c’è altro di clamoroso. Due cose: il Re della Notte che uccide Viserion e Jon che quasi muore affogato – venendo salvato dallo zio Benjen!

Rischiato l’ipotermia, il Lord di Grande Inverno non può che giurare fedeltà alla Madre dei Draghi. E qui, inoltre, sboccia del feeling tra i due – peccato che, ricordiamolo, siano parenti. Parentela che acquisirà per titolo anche con Theon Greyjoy, perdonato e qualificato dal Re del Nord come Greyjoy-Stark.

Ora, cosa ci possiamo aspettare da Aegon nell’ultima stagione? Cosa accadrà quando scoprirà di aver fatto sesso con sua zia? Non c’è solo Daenerys, però. Cercei li ha traditi, e bisogna tener presente che al Castello Nero Sansa ha appena giustiziato Ditocorto.

Piccola parentesi: fa strano anche a noi chiamarlo Aegon.

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento