Doug, sull’orlo del baratro (pt 3, SE 3)

Condividi su:

doug stamper (douglas) House Of Cards NetflixHouse Of Cards – Douglas Stamper (3)


Buio totale per mesi: Doug è finito in coma. Quando si risveglia, inizia la riabilitazione per tornare al cento percento, ma Frank è fin troppo precauzionale nei suoi confronti. Ha deciso di parcheggiarlo? Remy è stato assunto al suo posto, la risposta sembra essere sì.

Prima di potersi concentrare con tutte le forze su Frank però deve sistemare l’affare Rachel. Eh sì, ancora lei, non può passarla liscia. Doug si trova tra due fuochi, deve pesare le sue mosse per non scottarsi. Chiede a Gavin di rintracciarla, ma lui in cambio chiede lo sblocco del passaporto, per fuggire dall’FBI. Doug vuole rendere pan per focaccia, ma fino a che punto può spingersi tale ossessione?

D’altra parte Frank è deciso a liberarsi di lui, proponendolo ad un collega delle Hawaii (parecchio lontano eh?); ma anche chiedendo a suo fratello di occuparsi di lui. Doug non ci sta e organizza un piano contro il Presidente, alleandosi con Heater Dunbar, possibile concorrente a Washington. È la mossa giusta per attuare la vendetta?

Su questi due filoni si sviluppa la vicenda di Doug, che sembra però troppo sotto pressione; no, riesce a reggere il ritmo di questo passo. Cosa fare se non affidarsi ad un vecchio amico, che ti capisce e ti sta accanto nel momento del bisogno? Proprio lui, l’alcol, croce e delizia sua per molti anni. L’incentivo è la morte di Rachel, ma non sa che è una montatura di Gavin per darsela a gambe.

Doug season 3 House Of Cards

Per Doug la vita non ha più senso, Frank non lo vuole e la sua ossessione non c’è più. Un uomo alla deriva sta precipitando, finché la famiglia non gli va incontro e lo risolleva. Troppi saliscendi, la figura di Doug non è così forte come era sembrato nelle precedenti stagioni? Ma come dargli contro.

Quando ormai sta raschiando il fondo del barile ecco che riemerge. Come vi dicevo, nessuno fa i conti con la forza della disperazione. Tanto più se di una mente come quella di Douglas Stamper. Ribalta la situazione Dunbar agendo come infiltrato interno per Frank; raggiunge Gavin in Venezuela per farsi dire dove sta questa benedetta Rachel.

Frank, sorpreso dalla sua caparbietà, lo riaccoglie nello staff. Lui stringe ancor più il legame con Seth e poi come un toro volge verso la ragazza che lo ha fatto dannare finora. Smuove mari e monti, ma alla fine il vero Doug è tornato.

Perché non lasci il tuo voto?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *