Doug, gestire le conseguenze (pt 5, SE 5)

Condividi su:

douglas doug stamper, House Of Cards NetflixHouse Of Cards – Douglas Stamper (5)


Siamo stati abituati a vedere ogni singola azione di Doug in favore del suo Presidente. In seguito è emerso qualche fantasma dal passato, per avere un contorno più nitido. Ora, chi semina vento raccoglie tempesta e per Doug si preannuncia bella grossa. Oltre al classico compito di capo dello staff, questa stagione lo mette alla prova sul piano personale. È infatti chiamato a tenere testa alla decisione – scellerata? – di “rubare” un fegato per destinarlo a Frank. Non solo, fa capolino anche il caso Rachel, riemerso dagli abissi.

La parte dei buoni, o dei cattivi, è interpretata da Hammerschmidt, anche se inizialmente il giornalista ignora le accuse di Lisa Williams. Lei, ex-coinquilina-amante di Rachel, denuncia un coinvolgimento di Doug nella vicenda. Volente o nolente ciò destabilizza un attimo l’uomo che non riesce ad assicurare il voto per Frank nel New Hampshire. Perde dei punti agli occhi del Presidente, dubbioso sulla sua lealtà, salvo poi scusarsi e tornare amici come prima.

Nel frattempo la gabbia degli squali si allarga, infatti si aggiungono Seth e Jeffries nella ricerca degli scheletri nell’armadio. Chi per un motivo, chi per l’altro, ma a fare progressi è proprio Hammerschmidt trovando dei collegamenti tra Doug e Rachel. Non proprio una situazione tranquilla, ora deve avere occhi dappertutto.

Ha giusto il tempo di minacciare Lisa prima di ricevere la predica di Claire sulla manipolazione della lista trapianti. Seth ha cavato il ragno dal buco e per Doug è tempo di confessare. Si reca dalla vedova Moretti – con la quale ha instaurato una pseudo-relazione – ma lei era già a conoscenza. Lo stava usando, per disprezzo. Pensava di averla sotto controllo? Non sarebbe la prima volta che la situazione non va come previsto. La ricerca di distrazioni lo porta da Leanne, che aveva precedentemente licenziato per sistemare i casini di Frank, finendo a letto assieme.

Riceve poi – finalmente – i ringraziamenti del Presidente per ciò che ha fatto, anche se il suo problema attuale è ben diverso. L’ex-capo editore dell’Herald ha infatti riesumato il caso Barnes. Frank e Claire hanno bisogno di un capro espiatorio, chi meglio di Doug. Ok, ha fatto di tutto per gli Underwood, ma prendersi la colpa di un omicidio? Fortunatamente i dubbi durano poco, perché era tutta una messa in scena. Il piano di Frank era di portare Claire alla presidenza, così con Doug hanno “fatto le spie” con Hammerschmidt. La donna non ci sta, non concede la grazia a nessuno dei due. Però le conseguenze, seppur minori, arriveranno anche all’ormai ex-capo dello staff.

Perché non lasci il tuo voto?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *