Sunny, rivincita ad un caro prezzo (pt 2, SE 2)

Sunny, Into the Badlands

Into The Badlands – Sunny (2)


Sei mesi dopo quello scontro quasi mortale, Sunny è dove voleva essere, fuori dalle Badland. È in una situazione di merda, prigioniero in un campo di minatori e costretto al lavoro forzato. Da buon falciatore prova subito a uscirne, con difficoltà. È solo contro tutti. Conosce un tipo strano, Baije, troppo grasso per quei lavori, dev’essere lì da poco. Sembra saperne, meglio seguirlo. Gli dà fiducia, venendo tradito: Baije rivela la natura di Sunny per ottenere uno sconto ma gli si ritorce tutto contro. Riescono a fuggire, al prezzo di essere – letteralmente – legati e ricercati, ora.

Vengono aiutati da un falciatore, Sunny lo riconosce subito. È Shadow Moon, leggendario reggente fuori Badland con illimitate vittime sul proprio cammino. La sua famiglia è stata uccisa, quelli come loro, spiega Moon, non sono un bene per gli altri. Per autoconvincersi e convincerlo a desistere, Moon tenta di fermare il nostro falciatore con la forza: avrà la peggio.

Cosa sembra consolidarsi, oltre all’irrefrenabile desiderio di tornare da Veil? Il rapporto con Baije, che non sembra più l’opportunista dei precedenti giorni. Lui conosce il modo, o meglio,  chi li farà tornare nelle Badland. È Nos, il “capo dogana”. Vecchio socio di Baije, non fa buona impressione a Sunny, a partire dai suoi modi fino a come tratta le donne. Incrocia le richieste di Porcia, una prostituta, e capisce che deve salvare lei e figlia. Sunny è fatto per queste situazioni, pur di non tradire i suoi principi si metterebbe anche contro il mondo. E più o meno è andata proprio così, con Queen prima e con Nos ora. Poi con?

Poi con gli abati, incrociati dopo una separazione con Baije, che torna però subito sui suoi passi per supportare. Ah, in tutto questo ritrova MK! Con l’ennesimo scontro quasi mortale. Il suo cuore sarebbe stato destinato allo spegnimento, se non fosse stato per Baije – che ha tuttavia mentito, essendo stato un abate.

Sunny è finalmente nelle Badland, pronto a cogliere ogni opportunità al fine di rivedere Veil e il loro figlio – e Quinn. Alleatosi prima con il barone Chau, che l’aveva imprigionato, poi con la Vedova, forse anche al rapporto fra Tilda ed MK. Tra Sunny e la baronessa c’è stima, anche la sua fama di falciatrice non è carta straccia. E sarà lei a portarlo da Quinn, chiusosi in un bunker.

Conosce Henry, ritrova Veil. Per poco, perché la sua vita viene presa da Quinn, quando la sanguinosa battaglia sembra terminata, che risorge e contrattacca. Sunny è fuori di sé, ma è impotente. Stessa sorte sembrava fosse toccata a Baije. Rivincita presa, tuttavia ad un caro prezzo. Shadow Moon l’aveva avvisato: i suoi cari non sono al sicuro con lui.

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento