Owen, salvatore della galassia (SE 1)

Maniac – Owen Milgrim


Ok, Maniac parte nel casino. Aspettate, quale casino? Quello che ha in testa Owen Milgrim, giovane uomo di famiglia benestante con più di qualche disturbo mentale. Che sarà mai un po’ di schizofrenia, mica vede persone o cose. Anzi, le vede. Attualmente la vita di Owen è la seguente: darà falsa testimonianza ad un processo con il fine di difendere suo fratello Jed; è licenziato dal suo lavoro e rifiuta anche un trattamento di favore dal padre; vede un certo Grimsson identico a suo fratello che gli dice qualcosa tipo “Owen tu puoi essere un eroe, il salvatore della galassia”. Percepisce un pericolo, ma mantiene la calma.

È tutto frutto della sua mente, o quasi. Scopre Neberdine, un’azienda pronta a sperimentare un farmaco che curerà tutti i suoi problemi. Firma fatta, è dentro. Lì è pieno di gente strana – più strana – e fa la conoscenza di Annie. Questa è l’agente che Owen dovrebbe vedere per diventare il salvatore della galassia. Bingo! Owen a questo punto non sa se lasciarsi andare nel viaggio o rimanere con i piedi per terra. Almeno ha trovato una compagna di avventure.

Owen and Annie, Maniac season 1 (Netflix)

Ah, ricorderete la storia delle tre pillole. Tre trip, uno dopo l’altro, pillola A, B e C. Agonia, barriera e catarsi. L’intelligenza GRTA che segue il processo dovrebbe permettere loro di rivivere il trauma, abbassare le difese contro esso e combatterlo. Tuttavia Owen parte male non ingerendo la prima pillola. Poi viene costretto, ma rischia. E rischioso è anche il contatto onirico fra Owen e Annie. Perché la pillola B li ha connessi – nella ricerca di un lemure? Come è possibile?Il paziente Milgrim inizia a farsi più di una domanda: e se tutta la cura non fosse che un fake? Dubita di tutto e ricomincia a dubitare anche di se stesso. Ha una certa consapevolezza di essere schizofrenico, ma quei sogni forse sono troppo anche per uno come lui.

Dopo la pillola B, la più sconvolgente per lui, ha messo in discussione anche Annie. La ragazza, strana, apatica, sociopatica e chissà che altro, in fin dei conti è l’unica della quale Owen si è fidato. È l’agente che l’avrebbe fatto diventare un eroe! Dai, scherzi a parte, consideriamo quanto l’interazione tra i due abbia influito nei trip generati dalle pillole. Ai due posteri – sopravvissuti – della pasticca C, Owen e Annie, non resterebbe che chiudere in bellezza la loro terapia. Non hanno più problemi, o meglio li hanno affrontati. Potrebbero continuare il loro percorso fuori da Neberdine insieme, invece no. L’ormai ex paziente Milgrim – e forse anche ex Milgrim vista la testimonianza sorprendentemente contro il fratello Jed – non la seguirà. Finisce in manicomio, ma a salvarlo arriva Annie, direzione Salt Lake.

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento