Alex Vause, occhi addosso (pt 3, SE 3)

Alex Vause, Orange Is The New BlackOrange Is The New Black – Alex Vause (3)


In una Litchfield sconvolta o comunque condizionata dagli ultimi eventi, il ritorno di Alex Vause passa quasi in secondo piano. Non per Piper, però, che ne sentiva la mancanza. Alex è sempre stata brava a lasciare quell’alone di desiderio nel suo cammino. La ragazza, però, non è più a suo agio in carcere e si sente quasi chiusa dall’ambiente circostante. Non era nei suoi piani tornare: come hanno fatto a scoprirla? Grazie all’egoismo di Piper, che ha fatto la spia. La Vause non ci crede, ma la sua ex compagna è l’unica che bene o male è sempre stata dalla sua parte. Invece di prendersela di brutto, le due hanno un rapporto più xxx che passionale, e alla fine si riappacificano.

Addirittura, adesso, vogliono imbarcarsi insieme in un business online che definire “strano” sarebbe un eufemismo. Hanno intenzione di vendere mutandine usate dalle detenute per racimolare qualche soldo extra. E i pervertiti – malati – ci sono, purtroppo per il mondo. Alex ha già una certa esperienza maturata con Kubra, quindi può solo far bene alla compagine. Bisogna servirsi di una guardia, quindi perché non approfittare della più docile.

Alex Vause, business OITNB season 3

 Al panico metaforicamente claustrofobico che vi avevamo accennato inizialmente si aggiunge una para mentale di Alex. Come dire… crede che Lolly, una delle new entry a Litchfield, sia lì per ucciderla. Perché dovrebbe? Beh, nella scorsa stagione ha testimoniato contro Kubra al processo. La segue, la guarda troppo spesso. Insomma, cosa pensereste voi? Siamo pur sempre in un carcere, e la Vause si è fatta tanti nemici. Per questo deve agire in fretta. Cerca di prendere in contropiede Lolly attaccandola per prima, per poi scoprire che è solo ed esclusivamente paranoica.

In questo trambusto, viene meno il feeling con Piper. Quest’ultima ha infatti scoperto un’attrazione verso un’altra nuova detenuta, Stella, mentre la Vause era impegnata con la questione Lolly. Ma è Alex a tagliare per prima il rapporto con la Chapman, troppo concentrata sul business delle mutandine.

Le paure della Vause erano tuttavia fondate. Aydin Bayat, uomo fidato di Kubra, si è infiltrato tra le guardie – e Lolly l’aveva notato. Ovviamente è lì per ucciderla. Non basta un radar per le minacce ad Alex, per evitare il pericolo. Si ritrova faccia a faccia con lui nella serra, mentre alla prigione regna il caos perché le detenute hanno trovato un buco nella recinzione di Litchfield. Spalle al muro, cosa può fare se non chiedergli di non agire?

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *