Alison Hendrix, un po’ al largo (pt 3, SE 3)

Alison Hendrix, Orphan Black

Orphan Black – Alison Hendrix (3)


Visti gli ultimi trascorsi turbolenti al Dyad, con Rachel al momento fuori servizio, è ormai prossimo un controllo di sicurezza. L’addetto è un tale Ferdinand, e va bypassato. Sarah impersona Rachel, mentre Alison impersona Sarah. Ehm, grazie Delphine. Escluso questo e poco altro che vi racconteremo dopo, questa è una stagione filler per Alison, un po’ al largo rispetto al bagnasciuga del clone-club.

Impegnata anche e soprattutto su un altro fronte, quello scolastico, Alison viene a conoscenza di un potenziale investimento. Ramon lo spaccino, lo ricordate? Ecco, sta per lasciare questo illegal business per concentrarsi altrove. Il feeling con Donnie è in crescita e i due decidono di comprare l’attività. Certo, ok, Ramon può passare i contatti, ma il denaro come si ricicla? Ci arriviamo dopo.

Quella del commercio di droga, si sa – aspettate, si sa? – non è una strada facile, e Donnie inizia ad avere qualche sospetto. Pensa che lo stiano seguendo. I sospetti sono fondati, e i due vengono “presi in prestito”: il boss della zona vuole incontrarli. Ecco, questo boss è una vecchia conoscenza di Alison, Jason Kellerman. Che legame c’è tra i due? Egli è un suo ex ragazzo. Ok, i tizi provano a fidarsi. Il business ingrana e i due compongono quella che forse è la scena più divertente della serie: camera da letto, biancheria intima, soldi, figlia che improvvisamente entra. Ma torniamo alla trama filler di Alison. 

Alison Donnie dance, Orphan Black season 3

La donna non dedica tutte le sue energie per questa nuova attività, ma è impegnata anche nel fronte scolastico per farsi eleggere nell’amministrazione. Perché questo? Per non far cambiare scuola ai propri figli, sostanzialmente. Purtroppo questo “desiderio” si incastra male con il drug-dealing degli Hendrix, soprattutto per la mancanza di esperienza. Utilizzano infatti due buste identiche una per documenti e una per del denaro contante. E le scambiano. Così Alison si ritrova a scuola con 30mila dollari, mentre Donnie consegna inutili fogli a chi spettavano quegli spiccioli.

In tutto questo, sua madre non vuole lasciar loro il Bubbles, negozio per la cura del corpo. Motivo? Donnie. Ma perché dovrebbero volere il negozio? Ve l’avevamo anticipato: il riciclaggio! Potrebbero vendere il loro sapone tranquillamente. Ah, avevamo tralasciato il sapone?

Quando Alison fa ritorno a scuola, sembra regnare un caos interno visto che Cosima che la impersonava. Jason, lì per cercare la sua fiamma, convincerà poi sua madre a vendergli il Bubbles. Ora che queste faccende sono assodate, Alison può tornare a riva verso le cose serie; prende così Helena e Gracie sotto la sua ala protettiva. Quest’ultima scappa, mentre l’altra festeggia con il clone-club la vittoria di Alison alle elezioni.

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento