Sara Tancredi, fuga e rincorsa (pt 2, SE 2)

sara tancredi Prison Break

Prison Break – Sara Tancredi (2)


In overdose dopo la fuga di Michael e compagni, la dott.sa Sara Tancredi si risveglia nella peggiore delle situazioni. È infatti comprensibilmente indagata: sono passati per quella famosa porta.

In questi momenti il sostegno dei familiari è fondamentale, che però non arriva. Nel baratro, riprende pure a frequentare il circolo per tossicodipendenti. Quanto ha sbagliato ad innamorarsi di quel fuggitivo? Tanto, troppo. Michael la chiama, ma Sara non è tranquilla. Crudelmente la vita deve andare avanti e conosce Lance, un tossicodipendente gay. Stringe amicizia, ci esce, quando all’improvviso un origami, l’ennesimo. Vi sono numeri impressi, cosa significano? Sembrano indecifrabili. Tra confusione e paura, suo padre muove delle perplessità. Sara deve stare lontano da Lance, alias Paul Kellerman, agente in incognito.

Questa scoperta le costerà caro. Perde il padre; suicidio, dicono. Siamo seri, c’è qualcosa di pericoloso in corso. Curiosando nel suo ufficio – la cosa che più lo ricorda, visto lo scarno legame fra i due – trova una chiave. Ma ad aspettarla a casa c’è una dose di morfina che lei non ha certo preparato. Non può fidarsi di nessuno, infatti attentano subito alla sua vita. Deve mettersi in salvo al più presto ed aggrapparsi agli indizi di Michael. Attenzione a Kellerman, però.

Sara, Michael, Lincoln, Prison Break 2

La fortuna, determinazione a parte, capovolge la situazione. Sara è libera, sempre in fuga. Riceve una telefonata da Michael, solo per scoprire che è stato catturato. Non solo: appare anche in TV. Come diavolo avrà fatto? Più che una denuncia, è un messaggio in codice per lei, che riconosce nelle frasi di Michael alcuni passi degli alcolisti anonimi. Raggiunge il suo uomo, che tiene Kellerman in ostaggio. Gli eventi li obbligheranno a collaborare, ritrovando anche l’ex-direttore di Fox River Henry Pope. Sarà lui a utilizzare la chiave trovata da Sara per recuperare una USB che può salvarli. Ecco invece altri problemi: la Tancredi viene catturata da Mahone e Michael incastrato dalla sua stessa soluzione. I ragazzi riescono a sparire a Panama, mentre l’ex dottoressa viene processata – e salvata incredibilmente da Kellerman.

Avuto un lampo di genio, la dottoressa si catapulta in New Mexico e lì, lontana da casa, ritrova Michael, ricercato. I due scappano insieme, tuttavia la ritrovata unione durerà poco, perché Sara prende una decisione che presto rimpiangerà: abbandonarlo. Ed ecco di nuovo Kellerman, questa volta a minacciarla e catturarla. Fino a torturarla. Fino ad affogarla.

Sembra finita, le accuse a Lincoln sono cadute, così Sara si dirige a Panama, dove però la situazione si ribalta ancora una volta. L’amore fra Michael e Sara è dichiarato, e il primo la ama così tanto da farsi rinchiudere a SONA. Dottoressa, ti ritieni una donna fortunata?

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *