Fabrizio Soleri, il Freddo (pt 1, SE 1)

Condividi su:

il-freddo-s1.1Romanzo Criminale – Fabrizio Soleri (1)


Il Freddo, conosciuto all’anagrafe come Fabrizio Soleri, non entra subito nei meccanismi della nostra vicenda. Egli è il capo di una batteria criminale, ma ne veniamo a conoscenza quando entra in possesso dell’auto di un certo Libanese (altro capo di batteria). Questa però era zeppa di armi, finalizzate al rapimento di un barone. Quasi casualmente i due si accordano sulla collaborazione per il colpo e la divisione del relativo bottino. Nasce la Banda della Magliana. Intenzioni? Pijarse Roma.

Tra una cosa e l’altra conosce Roberta, prossimo amore. Ma torniamo a Fabrizio. Da subito appare più razionale rispetto al collega criminale, “freddo” di nome e di fatto verrebbe da dire. Ma quanto può sopportare la pressione che si viene a creare?

Poco dopo conosciamo il Puma, amico fraterno ormai prossimo ad andarsene ma pronto ad un ultimo colpo per qualche denaro ulteriore. Ciò non va giù ai neo padroni della capitale, ma il solito razionale Freddo riesce a calmare gli animi; scopre anche alcuni contatti sospetti tra due boss, il Sardo e il Terribile, gli unici ancora sopra alla Banda (che ambisce sempre più in alto). il-freddo-s1.2

Se a questo punto credevamo in un declino del Freddo, beh, ci sbagliavamo di grosso. Lui resta sempre con i piedi per terra, vedendo di cattivo occhio sia un allargamento delle attività che un’alleanza con la Camorra e i Servizi Segreti. Perché è così diffidente? Ha paura che il troppo stroppi?

Nonostante tutto, il legame tra il Freddo e il Libanese rimane saldo. Quando finiscono in galera, quando quest’ultimo procede d’istinto e l’altro gli copre sempre le spalle -prendendosi pure una pallottola-; anche quando si offre al posto dell’amico per sistemare il sopracitato Terribile (scopertosi arcinemico del Libanese). Sempre e comunque.

Quando tutto sembra andare per il meglio, però, la molla scatta: il Freddo viene incastrato e arrestato, rompe con Roberta, la Banda agisce senza il suo consenso. Siamo arrivati al capolinea? Probabilmente a questo punto si potrebbe presumere di sì. Ma il Freddo è il Freddo.

Come un pilota di un aereo che precipita, il Freddo abbandona la Banda, contrariato dalla piega che il tutto ha preso e spinto dal Puma a seguire il suo esempio di fuga. Rappacificatosi con Roberta, i due programmano una nuova vita in Brasile, ma sarà proprio il Libanese –  nel bene o nel male lo sapete solo voi –  a fargli cambiare idea.

Perché non lasci il tuo voto?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *