Bellamy Blake, illuso dalle parole (pt 3, SE 3)

bellamy blake, the 100, people of the sky

The 100 – Bellamy Blake (3)


Con Clarke creduta Wanheda e il conseguente clima di tensione che arieggia sulla Terra, nessuno è tranquillo; lo sanno i Terrestri, ma anche il Popolo del Cielo, gli Skaikru. Tra questi il nostro Bellamy, che con Clarke ha ormai un certo feeling: deve ritrovarla. La Nazione del Ghiaccio rallenta il gruppo di ricerca, ma non lui; prosegue solo e la ritrova. Non è l’unico, però. Anche Roan, principe proprio di quella Nazione, riesce nel suo intento, portando anche Clarke da Lexa. Bellamy non ne esce illeso, tuttavia ora sa che Clarke sta bene.

Successivamente, località Mount Weather, Blake viene informato da Echo che qualcuno vuole intromettersi e rovinare i prossimi negoziati. Chi non vuole gli Skaikru come tredicesimo clan? Bellamy e gli altri irrompono nella cerimonia, ma sembra tutto ok. Il problema è altrove, a Mount Weather – che esplode. Echo, perché hai mentito?

Bellamy, poco coinvolto dalle turbolenze dell’evento, ha ora testa ad Arkadia, dove segue con diligenza Pike, il nuovo Cancelliere. Da sempre guerriero, infatti, vede nel condottiero della stazione agricola il suo mentore ideale, cinico e istintivo. Che gli ricordi le sue origini
Non sarebbe male la situazione: Lexa che manda 300 uomini a difendere Arkadia.. Ma a Pike sta bene? No. Uccide tutto l’esercito meno Indra, e alla Terrestre Bellamy lascia un messaggio per la Comandante. La Terra appartiene agli Skaikru – è abbastanza un controsenso.

Oltre a questo c’è il desiderio di espansione, ma Octavia interviene e si prende anche colpe che non ha. Eppure Lexa sembra benevola: vuole letteralmente isolare il Popolo del Cielo nella speranza che trovi la retta via. Con Pike non è un cazzo semplice. 

I rivoltosi, come l’ex cancelliere e Lincoln, sono tutti in cella, e Pike vuole giustiziarli. Proprio questo fa scoccare la scintilla in Bellamy, che finalmente inizia a ragionare. Ora però nessuno crede in lui, né Octavia né tantomeno Indra. Prigioniero, viene liberato da Pike per poi tradirlo. La doppia faccia a volte serve. Bellamy Blake, Octavia, season 3 The 100

I problemi non arrivano mai da soli, e se il Cancelliere sembrava l’ultima incognita da risolvere, beh non lo era. Arkadia è disabitata e Lexa è stata uccisa. Ontari è il nuovo comandante, ma nessuno è d’accordo. Serve Luna, l’unica superstite dal sangue nero: dove trovarla? La mappa di Lincoln è risolutiva in questo senso, anche se la stagione conclude i propri travagli con un nemico ancor superiore ad Ontari. Si tratta di ALIE, il cui verbo Jaha ha diffuso. Bellamy, grande guerriero, non può che essere il primo sostenitore nella lotta contro l’IA, la quale si conclude in positivo per Clarke. Almeno all’apparenza.

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento