Kevin Garvey, fantasmi del passato (pt 2, SE 2)

Condividi su:

Kevin Garvey, The Leftovers season 1The Leftovers – Kevin Garvey (1)


Jarden, Texas, qualche tempo dopo il disastro di Mapleton dovuto ai CS. Questo è un paesino che sembra non aver subito alcun danno dall’Improvvisa Dipartita: è del tutto casuale? Beh, sta di fatto che è diventato un’attrazione. Tutt’al più, la gente vuole andare a viverci insistentemente. Tutti temono un’altra Dipartita. Kevin vuole ricominciare da lì insieme a Nora, Jill e la piccola Lily – figlia del santo Wayne. E anche insieme al suo cane, visto che nella precedente season abbiamo avuto il piacere di vedere una certa empatia con gli amici dell’uomo.

La nuova vita inizia con problemi dovuti alla casa e al cane, ma nulla di insormontabile. Tuttavia deve lasciare il suo amico indietro. Nuova casa, nuovi vicini, i Murphy. Il benvenuto arriva presto, e Kevin intuisce qualcosa del passato del padre di famiglia, John. Meglio non pensarci. Perlomeno non ci saranno altre questioni.

Alt. Detto, fatto. Terremoto. Evie, la figlia di John, è scomparsa. Kevin non è a casa, si è risvegliato confuso, legato ad una mattonella, in un posto strano. Cosa ci faceva lì? Ci penserà dopo: è ora di aiutare a cercare Evie, scomparsa proprio dove si è svegliato lui. Come lo spieghi questo, Kevin? E Patti che ti appare davanti come lo spieghi? Già, perché c’è pure questo, la stessa persona che l’ex poliziotto ha diseppellito. Kevin sembra avere gli stessi sintomi del padre. E Nora, non potendolo sopportare, l’abbandona. Kevin Garvey The Leftovers season 2 hotel

Il fatto è che Kevin dorme e si sveglia in giro, con Patti. Deve rimuoverla dalla testa. Perciò ambisce al suicidio attraverso un veleno, per mano di Virgil, un premonitore-sciamano. Il suicidio, assolutamente inaccettato da Patti, lo porta in un sogno. L’ennesimo? Beh, ad ogni modo Virgil avrebbe dovuto iniettargli l’antidoto invece di spararsi.

In un“finto” hotel, Kevin fronteggia enigmi su enigmi, scelte da intraprendere e anche suo padre, in quella che a detta sua è l’Australia. Come può comunicare con lui attraverso una tv raggiunta con un fuoco? Poco è spiegabile, ma alla fine l’ex poliziotto si risveglia. Otto fottute ore dopo. Il 14 ottobre – l’anniversario. Non era morto? In ogni sogno Kevin affronta una sfida con se stesso o Patti, fino a liberarsi di lei. Quell’hotel è come il purgatorio. E ci ritorna pure, quando John scopre che era nello stesso posto di Evie quand’è scomparsa. Nel senso che muore di nuovo. Eppure ha detto la verità al vicino: ha visto la ragazza e le altre mettere in scena la loro scomparsa.

C’è una fine? Sembra di sì. Resuscitato due volte, Kevin ha trovato tutti i suoi cari, Nora compresa, ad aspettarlo a casa.

Perché non lasci il tuo voto?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *