Prairie, ospite nella complessità (pt 2, SE 2)

Prairie, PA, Nina Azarova, Brit Marling

The OA – Prairie Johnson (2)


Capitolo Prairie: dove eravamo rimasti? In una dimensione diversa. Più precisamente nel corpo di una tale Nina Azarova, praticamente lei stessa mai diventata cieca e mai… sappiamo poco, così anche Prairie. Sa però che il ragazzo di Nina è Pierre Ruskin, un noto programmatore. Allora, Prairie è in stato confusionale e deve capirne qualcosa; mentre prende tempo, accetta l’isolamento in un ospedale psichiatrico a Treasure Island.

Lì le cose si fanno interessanti/catastrofiche. Ritrova Rachel, Scott, Renata e anche il suo amato Homer, che non la riconosce. C’è anche Hap, a capo della struttura. A dir poco destabilizzante che anche lui abbia attraversato. Prairie è dalla parte sbagliata del coltello, è Nina paziente del dr. Percy. Homer, invece, è il dr. Roberts, specializzando che adora il suo capo. La sua coscienza non è in questa dimensione, o è soppressa dall’anima dell’ospitante. Deve aiutarlo. Deve.

Hap capisce che Nina sta cercando di intralciarlo e la isola. Prairie cerca di fare leva su Homer e smuove la sua compassione facendosi riammettere al gruppo. Rachel, che in questa dimensione è afasica, riesce a comunicare i piani di Hap: sta lavorando a una mappa interdimensionale. Cazzo.

La reclusione di Prairie all’ospedale fortunatamente non è a lungo termine, fortunatamente. La interrompe Karim, un investigatore che ha bisogno della russa per le sue indagini. Fuori dalla clinica, Prairie è inevitabilmente travolta dal complesso tornado ch’è il passato di Nina Azarova. Non solo: incontra Elodie, una viaggiatrice ad uno step successivo rispetto a lei. Viaggiatrice consapevole, diciamo. Tale Elodie parlerà di una connessione fra Prairie e Hap, quasi inaccettabile per la ragazza.

La vera chiave di volta è SYZYGY, riferimento a un bar dove Nina era solita esibirsi. Verrà uccisa da Vecchia Notte, un polpo telepatico che l’aiuterà a sbloccarsi – uccidendola. Scappa con Karim e finisce nella casa di Nob Hill. Nob Hill che è sostanzialmente una fase del gioco Q Simphony progettato da Ruskin. Cosa diavolo succede? Praire ha bisogno di Nina per contrastare Hap, secondo alcuni alberi della casa – il tutto possibile poiché la ragazza è “Il PA”, un angelo. Come diventare un tutt’uno con Nina? Uccidendosi un’altra volta – grazie Elodie.

Consapevolezza alla mano, torna da Hap, risveglia i ricordi di Homer, e scopre la mappa interdimensionale. Sono semi delle menti dei defunti. Tutto finanziato da Nina! Hap si accorge che Prairie c’è ancora, fa secco Homer ed è pronto a viaggiare con lei. I movimenti? Cinque robot li riproducono. Nina non c’è più, siamo in una terza dimensione. Praire è Brit che ha appena avuto un incidente in un set cinematografico, mentre Hap è Jason Isaacs, suo marito. Sembrano usciti dalla serie tv, ma l’obiettivo ora è sopravvivere.

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento