Voiello, politico della Chiesa (pt 1, SE 1)

Condividi su:

Voiello, The Young PopeThe Young Pope – Angelo Voiello (1)


Chi non ha avuto almeno una volta a che fare con una persona religiosa, veramente credente? Come ben saprete, allora, un prete è solitamente un uomo introverso e diligente, specie se si tratta del segretario di Stato del Papa. Il cardinale Voiello è esattamente il contrario: un cospiratore che ha pilotato il Conclave per far eleggere il giovane Lenny e comandare indirettamente il Vaticano. Ma colui che si trova davanti è tutt’altra persona rispetto a quella che si aspettava. Lenny non si piega, non è una pedina. Voiello è dunque costretto ad usare metodi alternativi, leggasi ricatto.

Come fa ad essere in pace con la coscienza? Fa parte della Chiesa, ma si definisce più politico che prete. Perso il posto da segretario, inizia subito a scavare nel passato di Sua Santità per avere qualche pallottola dalla sua. Niente, il Papa è puro come un agnellino. Decide dunque, per i suoi scopi, di servirsi dapprima del vescovo Bernardo e poi della devota Esther. Tutto sommato non dovrebbe essere difficile, ma Voiello ancora non sa con chi ha a che fare e viene da subito scoperto.

Bene, ora non ha nulla da perdere, affonderà il colpo? Sul più bello il cardinale ha un ripensamento: nel bene o nel male capisce che Lenny è l’uomo giusto per guidare la Chiesa. Seppur scettico, inizia a collaborare con il giovane Papa, affiancandolo in occasioni scomode come quella di Tonino Pettola.Voiello with Lenny the Pope

Voiello non è stato sempre una cattiva persona, o almeno non per tutto il tempo. Le sere le trascorre spesso in compagnia di Girolamo, ragazzo disabile con il quale si confida. Probabilmente non crede molto alla confessione con un altro prete, perciò riversa i suoi pensieri sul suo giovane amico. Un po’ di umanità la dimostra, non l’avreste mai detto eh?

Riavvicinatosi al Papa, inevitabilmente succede lo stesso con l’attuale segretario, Suor Mary, e tra i due nasce un’insolita confidenza. Insolita, appunto, perché si tratta di un cardinale e di una suora, ma sappiamo che al cuor non si comanda. Insieme lavorano per il bene della Chiesa e dello stesso Lenny, appena entrato in un momento di crisi.

Voiello è dunque diventato un collaboratore relativamente fidato del Papa, dopo le difficoltà iniziali. Magari sta solamente fingendo, o è davvero convinto dell’operato del Santo Padre? Quando gli toglie pure Suor Mary, spedita in un villaggio Africano, sembra deluso. Forse capisce la situazione, forse no. Può un uomo cambiare, dopo una vita passata a fare solamente i propri interessi? lo sa solo Voiello stesso.

Piaciuto questo articolo?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *