Joe Blake, dalla parte sbagliata (pt 3, SE 3)

Joe Blake, TMITHC

The Man in the High Castle – Joe Blake (3)


Qual è il destino per i disertori? Il carcere. Proprio qui, nella peggiore delle condizioni, ritroviamo Joe Blake. Vogliono portarlo sulla retta via e lo stesso trattamento è riservato a suo padre. C’è un patto a stabilire il loro destino differente: uccide riluttante il padre e viene graziato. Solo per salvarsi la pelle, o c’è altro? Himmler si gode il suo “nuovo soldato” e lo manda negli States con ordini segreti.

La prima tappa è New York, dove ritrova Smith. L’Oberstgruppenfuhrer ha il compito di piazzarlo a San Francisco, con un ruolo fittizio. Quindi nuovi documenti, ma quando Joe diventa Josef Cinnadella, uccide inspiegabilmente l’assistente di Smith. Ordini del Fuhrer? Incontra anche Nicole, che vedendolo teso – o cambiato – cerca di scioglierlo a modo suo. Direzione costa ovest. Riceve dei documenti confidenziali: sono obiettivi che devono essere eliminati. Ecco cosa deve fare, il sicario per conto del Reich.

C’è un’altra persona che vuole rivederlo, Juliana, alla quale non rivela le sue vere intenzioni. Forse è un indizio che conferma il reale cambiamento di Joe, ora fedele ai tedeschi. Il dubbio però ritorna con il vero incontro tra i due, fuori dai riflettori; qui il ragazzo racconta ciò che è successo. È solo lavoro, dice, non è cambiato. Continua tuttavia ad eliminare gli obiettivi. A questi si aggiunge il Ministro del Commercio Tagomi, che guarda caso è collegato a Juliana. Joe, non la starai mica usando? Lei ti ha salvato la vita. Il doppio gioco lo fa bene, la ragazza arriva persino a rivelargli delle sue “visioni”.

Finalmente abbiamo la conferma: vuole veramente uccidere Tagomi. Fortunatamente delle guardie lo fanno desistere sul più bello, ma l’allarme è scattato. Himmler lo appoggia – il ragazzo è la sua arma migliore – chiedendogli di aggiungere Abendsen – l’uomo nell’alto castello – alle sue vittime. Deve lavorare ancora su Juliana e lo fa tramite il racconto di come ha ucciso suo padre, che prima aveva omesso. La ragazza è visibilmente colpita, si abbandona a lui che per un momento sembra essere tornato quello di prima. Sappiamo bene che non è così, infatti mentre Joe è sotto la doccia Juliana cerca e trova i documenti segreti.

Sono i progetti per una macchina che permette di viaggiare tra mondi paralleli: il Reich vuole conquistarli tutti, dominare ovunque. Nessuno può ostacolare ciò, né Heusmann prima né Juliana ora. La obbliga a portarlo da Tagomi e Abendsen. Tuttavia non aveva fatto i conti con la caparbietà di lei, non credendola capace di prendere una lama e sgozzarlo. Così è, il destino ha voltato le spalle a colui che le aveva voltate ai suoi amici.

Potrebbero interessarti anche ...

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento