John Smith, a un passo dal successo (pt 4, SE 4)

John Smith TMITHC

The Man In The High Castle – John Smith (4)


Nel ruolo di Reichsmarschall, John Smith ha diverse gatte da pelare. Le questioni più importanti riguardano i film e i viaggi nel multiverso, ma ci torneremo più tardi. Ciò che tiene occupato John in questa quarta stagione è sicuramente il rapporto con la sua famiglia. È andato a recuperare le sue figlie con le cattive, d’altronde può permetterselo. Non rischia di andare contro la loro volontà? Solo a metà. Amy è ben integrata nel Reich, Jennifer meno. E sarà proprio lei a far tornare Helen a New York.

È un fattore importante e si vede durante la cena con il Führer: sospetta qualcosa e con lui l’Obergruppenführer Goertzmann. Helen ha ragione, sono ad un colpo di tosse dall’eliminarlo. Ma si sa, John cade sempre in piedi. Per il momento mette da parte la questione, perché come prevedibile prende piede la figura di Thomas dell’altro mondo. Lì è ancora vivo, è in salute e hanno appena ucciso quel John Smith. Tutti i tasselli sono a posto. Ricordate il meccanismo? Quello, tuttavia, non è il suo mondo. Vuole solo avere suo figlio indietro, però non sa come.

È un John molto più presente della scorsa stagione, ha il controllo della situazione, nonostante tutto. A modo suo tenta di ristabilire il rapporto con le figlie, mantenere una dignità con Helen e soprattutto salvaguardarsi il culo. Ha estrema consapevolezza del suo ruolo – che gli sta a pennello – e anche quando viene convocato a Berlino mantiene la calma. Sa perfettamente che sarà un processo nei suoi confronti: così è. La strategia che aveva programmato con Hoover sulle intercettazioni, gli si ritorce contro. Helen e bambine hanno parlato decisamente troppo. Gli faranno lo scalpo? Ragazzi, è John Smith.

Lui, Goertzmann e pochi fedeli fanno piazza pulita: si spartiranno il Reich. In John è sempre rimasto un sentimento “americano”, che all’epoca tradì solo per una vita agiata. È diventato un bravo soldato, ma ora la musica cambia. Torna a New York per programmare l’invasione della costa ovest, solo per scoprire che Helen l’ha venduto alla resistenza.

E tutti quei i discorsi sul non mentirsi? Sul dirsi sempre la verità? Lei ha scelto le figlie, grazie a Juliana. Proprio la viaggiatrice rimane da sola con John, ormai alla fine. Da tempo lei ha un proiettile con il nome del Reichsmarschall scritto sopra. John non cadrà per mano sua, preferisce farlo da solo.

Non ci sarà John Smith nel futuro degli Stati Uniti. Però, se ci saranno di nuovo degli Stati Uniti, sarà anche per merito suo. Aveva molti occhi per guardarsi dai nemici, non sapendo che quello più grande era proprio accanto a lui.

Perché non lasci il tuo voto?

Lascia un commento