Abraham Ford, tieni duro (pt 2, SE 5)

Condividi su:

The Walking Dead – Abraham Ford (2)


Nel corso della season 5, scampato il pericolo Terminus, il rosso è ancora motivato a portare a compimento la sua missione. Deve portare Eugene a Washington e cerca sempre di assicurare la massima protezione allo scienziato.

Instaurata un’unione con il gruppo di Rick, Abraham ha ora più risorse a disposizione; la strada per salvare il mondo gli si fa sempre meno lastricata. Nonostante la grande compagine, il sergente pone sempre priorità alla missione Washington cercando, come già detto, di tenere Eugene fuori da ogni eventuale zona pericolosa od ostile.

Viste le divergenze di pensiero con Rick, il gruppo, così come si è formato, si separa. Per una missione. Ne vale veramente la pena? Lungo la strada, tutto ciò in cui Abraham credeva viene smontato. Eugene confessa che non esiste una cura, ha mentito in modo da garantirsi la sopravvivenza.
Ora, come si sarà sentito il sergente? Pensiamoci un attimo: tutto quello in cui hai creduto scompare da un momento all’altro, non sai più di chi fidarti. Viene a mancare il vero e proprio concetto di fiducia. Tutto svanisce: sei tu contro il mondo. Di nuovo.

Abraham è stato messo a dura prova già agli inizi dell’apocalisse. Ha perso la sua famiglia e, quando stava per suicidarsi, è apparso Eugene che stranamente chiedeva aiuto.
Ha scelto di aiutarlo. Ha scelto di vivere. Si è posto un obiettivo per cercare di tirare avanti. Per la sua famiglia: è ciò che sua moglie avrebbe di certo voluto.

Ma torniamo al presente. Perché fermarsi ora? Si va avanti, uniti come prima, ma non prima di sfogare la propria ira contro chi si è preso gioco di te per un intero viaggio.

Che poi, come si può essere in conflitto con un amico?

Bisogna restare coerenti, Eugene era un debole prima e lo è tutt’ora. Non sarà un atto di coraggio a renderlo più forte. Il sergente, dopo averlo evitato, non gli permette di testare delle bottiglie d’acqua perché potrebbero essere pericolose.

Il buon Abraham è di nuovo tra noi, pronto a tornare parte integrante del gruppo,
Il tunnel che all’improvviso si era fatto buio mostra nuovamente uno spiraglio di luce. C’è una nuova speranza: Alexandria.
Giunti nella zona sicura, il rosso è indirizzato al reparto costruzioni e può darsi da fare per la difesa della cittadina. È forse un nuovo inizio per il sergente?

Piaciuto questo articolo?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *