Eugene Porter, finalmente uomo (pt 5, SE 8)

Condividi su:

Eugene Porter TWD (The Walking Dead)The Walking Dead – Eugene Porter (5)


Riprendiamo da dove un sentimento ne ha generato un altro, dalla codardia di Eugene che ha provocato in noi la rabbia per il tradimento di un potenziale sopravvissuto. Già, perché se la crescita del capellone ci ha sorpresi positivamente, non è il suo voltafaccia a farci lo stesso. Eugene è de facto un componente dei Salvatori, ora. Sta lì perché ci crede, o solo per salvarsi la pelle? Un mix potrebbe essere la risposta giusta.

È il momento dell’attacco di Rick, questa volta con intenzioni serie. Il Santuario viene sostanzialmente isolato e i Salvatori iniziano ad inveire l’uno contro l’altro. Negan non sembra più un pilastro e la causa di tutto questo è un traditore. Eugene, sei tu? Magari: si tratta di Dwight. L’ex scienziato lo sa? Forse, ma non gli punta il dito al cospetto di Negan. Mai. Segno che un po’ di speranza ancora c’è? Eugene non sembra voler cambiare bandiera nuovamente, Negan gli ha fatto il lavaggio del cervello. Un po’ di riconoscenza però sembra essergli rimasta.

Tuttavia deve “guadagnarsi la pagnotta”, sfornando la soluzione per allontanare i vaganti dal Santuario. È qui che Dwight esce allo scoperto, intervenendo per minare il suo piano, ma Eugene teme più la collera del Salvatore che quella di un mezz’uomo. È sul punto di rivelare il tradimento, quando l’indole codarda lo frena. Finalmente, complice la presenza di padre Gabriel, catturato, confessa di non dormire sonni tranquilli per il suo tradimento e lascia fuggire lui e il dottor Carson. I due però vengono catturati e il doc viene pure ucciso.

L’escamotage per i Salvatori viene come al solito dalla mente di Eugene, che ora ha il compito di fabbricare munizioni. La produzione non è così rapida, ma deve pur inventarsi qualcosa per non fare brutta figura, così propone di usare gli stessi vaganti come arma. Come frecce infuocate per bruciare un castello, i Salvatori potranno lanciare il putridume al puro scopo di infezione.Eugene Porter kidnapped by Daryl Dixon, twd season 8

Durante la missione scompare Negan, che poi ritorna e accusa Simon. Nel trambusto anche Eugene viene rapito da Daryl e Rosita. Ancora una volta, però, il suo ingegno – e un po’ di asetticismo alla merda – lo salvano, permettendogli di tornare dai Saviors. È quest’incontro che gli apre gli occhi. Rosita e il deceduto Abraham, suoi compagni, hanno sofferto e soffrono per mano di Negan.

Eugene torna dal nemico, ma per colpirlo dall’interno. Negan ha scoperto e usato Dwight, non immaginando un tradimento del codardo Eugene. Lo diciamo di nuovo: finalmente! Grazie ai proiettili difettosi, i Saviors perdono la guerra e l’ex scienziato può tornare a dare il suo contributo. Meglio tardi che mai.

Perché non lasci il tuo voto?

Potrebbero interessarti anche ...

Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *