Dale Barbara, Barbie (pt 1, SE 1)

Condividi su:

Under The Dome – Dale Barbara (1)


Dale Barbara, per tutti Barbie, si trova si trova nel posto sbagliato, Chester’s Mill, al momento sbagliato. Ex marine, ora è uno strozzino che riscuote denaro, in questo caso dal malcapitato Peter. Egli viene ucciso durante un battibecco e di conseguenza sepolto. Durante la fuga, però, accade l’impensabile: un campo di forza invalicabile avvolge la cittadina. Un esperimento militare? Una punizione divina? Nessuno si rende ancora conto della gravità, ma la città è isolata.

Come un normale forestiero, Barbie fa dunque conoscenza con gli abitanti del luogo. In particolare con Joe, a cui salva la vita, e Julia, moglie ignara di Peter. Tra i due sembra scattare subito la scintilla, e lei si offre di ospitarlo a casa sua per le notti a venire. Barbie però è ancora un’incognita, ha fatto belle cose ma anche meno belle. Chi è in realtà? Sta dalla parte dei buoni o dei cattivi?

In poco tempo si trova a pestare Junior, figlio del consigliere Big Jim, ma anche ad aiutare quest’ultimo in varie occasioni. Nel frattempo Julia scopre che Peter era sommerso dai debiti, che non voleva metterla nei casini, e suppone sia scappato. Barbie ancora non le confessa la verità: è un vigliacco o in qualche modo vuole proteggerla a sua volta? Probabilmente prova davvero qualcosa per lei.

Però c’è anche la cupola da considerare. All’esterno si ammassano alcuni soldati, uno dei quali riconosce Barbie e lo avvisa che verranno bombardati. Nel panico, la città tenta di rifugiarsi nei sotterranei. Tuttavia quella barriera non è una cosa normale, la bomba non la scalfisce minimamente. Sono da soli, lontani dal resto. Big Jim vuole prendere il comando, ma Barbie non ci sta e prende iniziative di testa sua. Ciò non piace al consigliere, che medita un piano contro di lui.

Iniziano a delinearsi i ruoli, Barbie sembra effettivamente essere dalla parte dei buoni. Con astuzia Big Jim aizza la città contro l’ex soldato. Egli, per tutelare Julia, Joe e altri ragazzi si offre come capro espiatorio e si fa arrestare. Chester’s Mill vuole vedere morto Barbie, il patibolo è pronto e anche Junior, per tirare la leva. Ma d’un tratto succede qualcosa, la cupola si oscura, sembra voglia impedire tale gesto. Junior inizia a desistere, credendo che qualcuno in alto non voglia che ciò accada. Sarà davvero così? Sono dunque tutti marionette di un potere più grande?

Piaciuto questo articolo?
Condividi su:
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *