James McGill, essere Saul Goodman (stagione 5)

James McGill, Better Call Saul
  • Save

Better Call Saul – James McGill (stagione 5)


Inizia dunque l’era di Saul Goodman. James, sotto questo nome, ricomincia a fare l’avvocato. Necessita di uno stacco dal passato per superare completamente la morte del fratello. Inizia, come sempre, dal basso, da quegli stessi clienti a cui aveva venduto i telefoni usa e getta. D’accordo, le circostanze lo hanno portato qui ma è felice? Una cosa è certa: è dannatamente bravo.

L’ambito in cui opera lo avvicina – o meglio, riavvicina – ad una vecchissima conoscenza, Nacho Varga. Con lui, Lalo Salamanca. Inizialmente chiamato per sistemare la situazione tra Ocho Loco e la DEA, diventerà successivamente il legale di Lalo. Contro la sua volontà è immischiato in affari che non gli riguardano. Amigo del cartel. James è il soggetto perfetto: invisibile, discretamente bravo, bisognoso di soldi.

  • Save

Per quanto riguarda la vita personale, questa prende una piega inaspettata. Jimmy e Kim se la cavano molto bene. Hanno superato le loro difficoltà, ovvero bugie e silenzi. Entrano in una nuova fase, dove Kim si avvicina ai modi di fare e pensare di Jimmy/Saul. All’avvocato la cosa piace, forse anche troppo e si fa prendere la mano. Come con Mesa Verde: ha un’ottima strategia ma per farla rendere al meglio non avvisa Kim. La Wexler di un tempo lo avrebbe piantato, invece adesso gli chiede di sposarla. Tranquilli, sono ancora tutti sani di mente.

Essendo coniugi, non potranno testimoniare l’uno contro l’altra. Tuttavia, dovranno dirsi sempre la verità. Jimmy viene messo subito alla prova: deve ritirare 7 milioni di dollari per la cauzione di Lalo. L’avvocato vede coinvolto anche Mike – e conseguentemente Gus – che gli salva il culo, letteralmente. Nel mezzo del nulla, hanno cercato di fottere sia Jimmy che i soldi, ma il vecchio interviene e risolve. Appiedati, ripercorrono il deserto senz’acqua e senza telefoni.

Jimmy è sotto shock, inoltre Kim è compromessa perché, preoccupata, ha visitato Lalo. Non sa come comportarsi, non riesce a raccontare la verità finché lo stesso Lalo non si presenta in casa loro. Mike ha costretto Jimmy a mentire, Salamanca lo sospetta e questa volta ci pensa Kim. Lei lo capisce, il suo uomo, che crolla appena il gangster lascia l’appartamento, ha passato giorni terribili.Jimmy se l’è sempre cavata per conto suo, tranne questa stagione dove ha dovuto fare affidamento sugli altri. Alcune sue certezze vengono minate e si scopre essere bravo solo ad imbarazzare Howard. Forse non è tagliato per questo? Forse lo può fare ma senza mettere a rischio i suoi cari? Sembra molto serio, quando chiede a Kim: “Am i bad for you?”. Non vuole vederla soffrire. La donna ormai è un alter ego di Saul, non lo ascolta e anzi, rilancia la prossima combutta.

Vota questo articolo!

Lascia un commento