Carla, rimettere i piedi per terra (stagione 2)

Carla, Élite, Netflix
  • Save

Élite – Carla (stagione 2)


L’estate successiva all’omicidio di Marina è ormai giunta al termine e Carla e Christian sono tornati dalle vacanze in Croazia. Ormai i suoi sentimenti per Polo sono andati, anche se lo sta ancora coprendo. Christian l’aiuta in questo, ma scopriamo una cosa: lui non ha parlato per tutte le vacanze. Sangue freddo, Carla deve minacciarlo: se parla, sarà complice di omicidio. La marchesina prova a esternare i suoi sentimenti, ma poi baratta il suo silenzio con un futuro a New York, in università. Dai, sul serio? Quando lui non ci sta, Carla si rivolge a suo padre. 

Guarda caso Christian viene investito proprio mentre sta andando a confessare. Cliché o meno, ci sembra chiaro il colpevole. L’ha capito anche Carla… 

Con Christian fuori gioco, la marchesina può sfogare gli ormoni altrove. No dai, è anche abbastanza fedele, solo è un po’ viscida. E snob. Tipo quando Samu prova a parlarle dopo quanto accaduto. C’è da dire però che con lui ci casca. 

Non sa che Samu vuole incastrarla e inizia a trovare delle qualità in lui. Il fascino del ragazzo di strada forse gli ricorda Christian. Fa faccia piatta quando lui sostanzialmente la accusa di essere complice nell’omicidio di Marina, per poi mettere in secondo piano il fatto a favore di un sentimento nascente.

Il rischio comunque c’è, e Carla ritira la confessione rilasciata. La mossa non è completa se Polo non confessa, dunque prova a manipolarlo senza risultato positivo. Anzi, il ragazzo tenta pure il suicidio…
Il fascino della marchesina colpisce sempre, in qualche modo. Basti pensare a Samu che gonfia di botte suo fratello Nano quando questi va face-to-face con Carla.

Carla, Samuel, Élite season 2, stagione 2, Elite Netflix, auto, car
  • Save

E visto che il suo “nuovo compagno” continua a indagare, la marchesina coglie l’occasione per minacciarlo. Farà la stessa fine di Christian se continuerà ad indagare.
Fregata.
Samuel ha registrato la conversazione e l’ha portata come prova, anche se insufficiente.

Per la prima volta, Carla si sente colpita e soprattutto ferita. Da chi, da Samu? Sì, da qualcuno per il quale stava iniziando a provare davvero qualcosa. Non ci avremmo buttato una lira, inizialmente. Poco dopo, al gala di beneficenza di Cayetana, suo padre pare voglia mettere a posto le cose. Di Samu, da lì, non si ha più traccia.

Carla è sconvolta e costipata dalla pressione.

Samuel non è morto, però: si sta nascondendo, sperando che Carla ceda e confessi. Lei rimette i piedi per terra e confessa, tuttavia l’arma del delitto – il trofeo – non viene mai ritrovata.

– Congratulazioni, hai vinto.
– Ma ho perso te.
– Non mi hai mai avuta.

– Carla e Samuel

Mentiva, la marchesina, ma non poteva chinarsi a raccogliere la corona che le era caduta. Come finirà tra i due? Nel frattempo, Polo viene scarcerato e fa ritorno a scuola. Cosa accadrà nella terza stagione?

Vota questo articolo!

Lascia un commento