Mae Martin, cabarettista innamorata (stagione 1)

Mae Martin, Feel Good Netflix
  • Save

Feel Good – Mae Martin (stagione 1)

A volte la vita può sorprendere, lo sappiamo noi e lo sa anche Mae Martin, giovane cabarettista con l’attrazione per il gentil sesso. 

Imbarazzo. Palpabile feeling.

Classica serata di british humor, con una leggera differenza. Qualcuno, dal pubblico, applaude di continuo. È una donna, George. Inizia con un drink, poi si fa tutto più serio: è relazione, e Mae va a convivere con “Georgina” presentandola pure ai suoi. 

Disagio. Inadeguatezza.

Mae ha nascosto parte del suo passato: si faceva di cocaina. Perché non rivelarlo? E si va ai Narcotici Anonimi. A pelle non sente vicino David, che gestisce il gruppo, né i componenti stessi. Trova sollievo nella frizzante Maggie, veterana dagli utili consigli: quando si tratta di un passato del genere… meglio dargli fuoco. George la interroga e Mae prende l’avviso alla lettera.

Inconsistenza. Incomprensioni. 

Mae intuisce che anche George ha qualche problemino a fare coming out con i suoi amici. In più, Mae rischia continuamente la ricaduta nella cocaina quando la sua ragazza non c’è – vedi il matrimonio dell’amica di George, quando Mae si rifugia da Maggie.

Paure. Dubbi.

Mae Martin, George, Feel Good, Netflix, stagione 1, season one
  • Save

Le paure schiacciano l’amore – e gli orgasmi della cabarettista. Come se non bastasse, George la presenta come “amica”. Cosa può fare ora che il suo punto di riferimento perde di densità? E proprio mentre Lava, la figlia di Maggie tornata da lei proprio grazie alla cabarettista, manifesta più di un interesse per Mae, George fa coming out da sbronza.

Occasioni. Tentativi vani.

Non c’è tempo per digerire questa “casualità”: i genitori di Mae sono a Blackpool per il funerale del loro gatto. Se per George è un’occasione per conoscere i “suoceri”, per la compagna è ora di chiarimenti. Tuttavia sua madre non ne vuole sapere.

Mae ha l’occasione di chiudere lo show di Arnie, il suo cabarettista preferito, e parla in tutta onestà della sua relazione – tossica? Forse è a causa sua che ultimamente ha preso dell’ossitocina. Fatalità, George era lì quella sera e le due presto chiudono.

Tentazioni. Errori.

Fortuna o no, la cabarettista è andata alla grande e Arnie la vuole coinvolgere nel progetto. Non solo nel progetto, purtroppo: anche in qualche scappatella sessuale e stupefacente. Il rischio di ricaduta aumenta. Mae resiste alla tentazione, ma si lascia andare con Kevin, compagno e corteggiatore ai Narcotici anonimi. Stava andando bene, era pulita da più di un mese, eppure… 

Vedi, quando il presente è intollerabile, Mae, ci contorciamo su noi stessi come Pretzel per scappare

– David alla cabarettista, dopo che lei si è fatta di cocaina con Kevin.

Presenza. Chance. 

La droga non è la soluzione, una speranza c’è. George le chiede un incontro – mette in mezzo pure sua madre. Le due sono state insieme tre mesi, dopotutto: ci riproveranno, speriamo, più consapevoli e più mature.

Vota questo articolo!

Lascia un commento