Frank Gallagher, passioni (stagione 1)

Frank Gallagher Shameless

Shameless – Francis “Frank” Gallagher (stagione 1)


Francis Gallagher, per tutti Frank, è un padre single di famiglia con la fissazione per i soldi. E l’alcool. E il sesso. Ok diciamo che ha molte passioni, e ama dissetarsi al bar del proprio vicino di casa. Si può quasi parlare di routine: esce di casa, fa tappa da Kev, si strafoga di birre per poi collassare non si sa dove e finire a dormire sul pavimento di casa. Sapete, la compagnia, il giro, gli altri alcolizzati. Beh, a differenza di come ce lo potevamo aspettare, Frank però non ha amici; solo persone che non ha ancora fatto incazzare.

D’altronde, cosa ci si può aspettare da un padre che passa più tempo fuori casa che con i propri figli? Sicuramente che lavori e porti a casa molti soldi. Invece no, nemmeno quello: Frank non lavora e riscuote da – troppi – anni un assegno di invalidità di una zia morta.

Ah, quasi ce ne dimenticavamo: all’alcool e il sesso non poteva che aggiungersi la droga; sembra però che ne faccia un uso limitato alle sole canne, di tanto in tanto.

Ma non parliamo solo dei lati negativi.

C’è un motivo se Frank è Frank, o almeno lui motiva così il suo stato attuale. Non è facile tirare su sei figli da solo: i soldi non bastano mai e nessuno apprezza i suoi sforzi. Lui, come si suol dire, contribuisce al circolo vizioso della società “dando lavoro” alle povere impiegate che hanno a che fare con lui.

Ma cos’è che rende Frank un personaggio così ambito? Beh, sicuramente la sua capacità di cogliere un’opportunità al volo, unita a qualche poetico soliloquio da ubriaco.  Il papà Gallagher non tentenna mai quando si tratta di soldi. Se ne deve dare, rifiuta, se ne può guadagnare qualcuno facilmente, accetta; arriva perfino a farsi del male per fingere infortuni e prendere qualche assegno di invalidità.

Frank è solamente un narcisista, e no, non basta fare il finto bravo padre in una nuova famiglia con problemi, per esserlo davvero. Non basta, perché ne combina un giorno una e il giorno dopo un’altra. Non basta, perché fingersi morto non dà conforto agli errori che ha commesso.

Avanti, capiamo la situazione di Frank, e a dire il vero è un personaggio che, con le sue debolezze, rafforza tutti gli altri. Voi che dite? Nella seconda stagione tirerà fuori qualche asso dalla manica?

Perché non lasci il tuo voto?

2 risposte a “Frank Gallagher, passioni (stagione 1)”

  1. Thanks, great article.

     
    1. Cosediserie dice: Rispondi

      Thank you for reading

       

Lascia un commento