Maggie Mitchell, infiltrata per la giustizia (stagione 1)

Maggie Mitchell, last episode of The Head, Amazon Prime Video ultimo episodio
  • Save

The Head – Margaret Emilia “Maggie” Mitchell (stagione 1)


Per capire fino a dove può arrivare la forza di volontà di una persona, chiedere a Margaret Emilia Mitchell, Maggie. Nella squadra capitanata da Arthur Wilde e Annika Berg, infatti, è lei il nuovo medico. La missione ha fine scientifico, ma i risvolti sono tutt’altro che positivi. Siamo alla Polaris VI al Polo Sud, dove tutti hanno un compito. Ed è importantissimo non si ripeta il brutto incendio della Polaris V che ha portato con sé l’eroica Sarah Jackson.

Sarebbe dovuti essere sei mesi tranquilli e invece è accaduto di tutto. Ma cosa, esattamente? Quando i soccorsi arrivano alla Polaris VI, Maggie Mitchell sembra l’unica superstite: sette cadaveri, due dispersi, un gatto delle nevi bruciato a 800° e l’altro sparito. 

Viene interrogata ma i suoi racconti sono poco nitidi. D’altronde il medico le ha diagnosticato una sindrome polare T3: perdita di memoria, stato confusionale, alterazione psichica. Qualcosa non quadra, a partire dal fatto che c’è un altro superstite: Arthur. I due si accusano l’un l’altra, ma dove sta la verità?

La barca di Arthur fa acqua da tutte le parti, ma non per demeriti suoi, piuttosto per meriti di Margaret Emilia Mitchell. O forse dovremmo dire Olivia Jackson. Eh sì, la ragazza è nientemeno che una delle due figlie di Sarah Jackson, eroina della Polaris V. C’è della mendacità nei racconti di quella missione. Sarah non è morta nell’incendio, bensì questo è stato appiccato per coprire la sua morte. È stato Arthur, seppur involontariamente.

Maggie, insieme alla sorella, ha pianificato giustizia privata prima della partenza: ha ucciso Larso Lander, medico designato, per ottenere il suo posto. Poi, al Polo Sud, ha messo tutti uno contro l’altro, uccidendoli uno a uno. Ha rischiato non poco, quando un colpo vagante l’ha messa al tappeto. Ma non poteva non raggiungere gli altri alla Polaris V – lì per “sistemare il problema alle comunicazioni”. In quella stazione ha ritrovato il corpo di sua madre, bruciato, e le prove inconfutabili della colpa di Arthur.

Margaret Emilia Maggie Mitchell, Olivia Jackson, The Head (Amazon Prime Video)
  • Save

Maggie, diabolica e geniale allo stesso tempo, è riuscita a fingere sintomi da T3 che nessuno riuscirebbe a replicare. Nessuno senza una forza di volontà così alta. 

Gioca a fare la brava bambina. Gioca a fare la vittima. Non puoi fidarti Johan. È stata lei. Li ha uccisi tutti.

– Arthur Wilde a Johan Berg (The Head, stagione 1, episodio 2)

Arthur ha provato a difendersi, ma Maggie l’ha incastrato – giustamente? Uccidere è sbagliato di base, ma per Olivia e la sorella questo era l’unico modo per vendicare l’omertà sulla morte della madre.

Rimorsi? Forse uno. Aki, l’unico che davvero non meritava nulla – anche lui una new entry, aveva scoperto Maggie bucare la pompa di benzina del secondo gatto delle nevi.
E, a quel punto, non si torna più indietro. Ecco l’unico ripensamento di Maggie/Olivia.

E tu, cosa avresti fatto al posto di Maggie/Olivia?

Vota questo articolo!

Lascia un commento